Elettrocardiogramma a Catania

ECG, UN TEST SEMPLICE PER PREVENIRE O DIAGNOSTICARE PATOLOGIE GRANDI

L’ Elettrocardiogramma a Catania o ECG è il principale esame diagnostico prescritto quando si vuole valutare lo stato di salute del cuore.

Sicuro e veloce, non richiede preparazioni precedenti: registra graficamente l’attività elettrica del cuore e il suo ritmo attraverso l’utilizzo di uno strumento, l’elettrocardiografo, dotato di elettrodi i quali, collocati sul torace e sugli arti del paziente, misurano le variazioni che si verificano durante il ciclo cardiaco come la contrazione cardiaca (sistole) e di rilasciamento (diastole).

Può essere eseguito fra gli esami di routine e controllo oppure richiesto come screening per gli sportivi che fanno attività fisica.

L’elettrocardiogramma, in genere, viene svolto nel corso di una visita cardiologica quando si sospetta la presenza di un disturbo che interessa il cuore, come ad esempio:

  • nella cardiopatia ischemica: è un insufficiente apporto di sangue al cuore a causa di presenza di aterosclerosi o placche che ostruiscono le arterie; si può manifestare con l’angina pectoris (il dolore al torace causato dall’insufficiente ossigenazione del muscolo cardiaco, dovuta a una diminuzione del flusso sanguigno nelle arterie coronarie); o con l’infarto del miocardio (la morte del tessuto cardiaco che si sviluppa quando il cuore non riceve più apporto di sangue e ossigeno a causa di una ostruzione delle coronarie);
  • nei disturbi del ritmo e di conduzione: sono tachiaritmie e bradiaritmie, blocchi di branca.
  • nello scompenso cardiaco: si verifica quando il cuore non è in grado di soddisfare il corretto apporto di sangue a tutti gli organi;
  • nelle malattie delle valvole cardiache, o valvulopatie: patologie relative alle valvole del cuore (mitrale, ortica, polmonare e tricuspide) che possono dar vita a stenosi qualora il normale flusso sanguigno viene ostacolato, oppure a insufficienza valvolare qualora la valvola non chiude completamente;
  • nelle cardioaptie congenite.

Quando l’ECG è fatto a riposo, capta i segnali cardiaci nel momento in cui il cuore è a riposo, motivo per cui potrebbero non essere visibili eventuali anomalie che, al contrario, possono verificarsi quando il muscolo cardiaco è sotto sforzo; in quest’ultimo caso verrà svolto il test specifico.

122
541